Preparazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging

  • sabato, giugno 30, 2018

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging
Quando metti la tua casa sul mercato (affitto o vendita), la preparazione e la presentazione sono le chiavi per arrivare più velocemente ad un prezzo più alto.

Negli Usa da tantissimi anni, si è diffusa una professione specifica che affianca le agenzie immobiliari, per aiutare a vendere più rapidamente e al miglior prezzo qualsiasi immobile. Stiamo parlando dell'Home Staging ovvero la preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita.

Nel 2013 su questo blog, avevamo già scritto un articolo riguardo questa strategia di marketing immobiliare: Vendere casa (un po' meno) disperatamente. Sono passati cinque anni e da allora qui in Italia non sono stati fatti tantissimi passi in avanti in questa direzione. Basti dare uno sguardo agli annunci immobiliari per rendersi conto di essere ancora molto indietro in questo campo. Eppure in cinque anni il web e i social hanno rivoluzionato molto velocemente il modo di fare comunicazione. Perciò siamo convinti che il futuro per le vendite porterà verso una maggior importanza delle foto e dell’immagine della casa e se sei un'agenzia immobiliare è meglio che tu te ne renda conto il prima possibile, in modo da offrire per primo questi servizi ai tuoi clienti, prima che lo faccia qualcun altro.

E' necessario superare ogni resistenza. Nonostante la vivacità della domanda, sostenuta dai nuovi mutui, i prezzi di vendita continuano a scendere. Un trend negativo che incide in maniera determinante soprattutto su immobili con caratteristiche di qualità poco richieste dal mercato.

L’Home Staging crea quel valore aggiunto che farà notare la tua casa in mezzo a tutte le altre.

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging

Cosa ci porta a scegliere un determinato appartamento e non un altro?

Per vendere velocemente, bisogna attirare il maggior numero possibile di potenziali acquirenti e bisogna farlo alla prima impressione ovvero sulla scheda di presentazione della casa, sia essa pubblicata su portali online o su materiale cartaceo delle agenzie immobiliari.  

La preparazione professionale di un immobile per la vendita non è un processo costoso e dispendioso in termini di tempo, specialmente se la tua casa è già in buone condizioni. Ne vale sempre la pena, perchè è l'unico modo in questo momento per non dover aspettare mesi prima che qualcuno sia interessato a comprare l'immobile, senza dover ritoccare enormemente al ribasso il prezzo. Si tratta quindi di investire (spendendo anche pochissimo), per guadagnare molto di più.

Al nostro studio è stato chiesto diverse volte di operare con budget ridotto (“poca spesa e molta resa”) e noi abbiamo sempre accettato la sfida. Le richieste sono nate soprattutto per rendere più “piacevoli” appartamenti destinati all'affitto o piccole strutture ricettive come b&b, che poi vengono fotografate da un fotografo professionista per essere messe sul mercato. Lo stesso processo può essere usato anche per una casa destinata alla vendita.

L'importanza della fotografia

La presenza di foto di qualità è già un ottimo modo per aumentare l'interesse verso la tua casa in vendita o in affitto e farla risaltare sul mercato sempre più competitivo di oggi, così come ci conferma il fotografo Tommaso Sturari, esperto di fotografia d'interni per il settore immobiliare. Il suo consiglio per chi deve mettere in vendita una casa oggi? E' quello di investire su foto professionali, senza trascurare la sistemazione e l'ordine degli ambienti e ricorda “non avrai una seconda occasione di fare una buona prima impressione”.

Si parla tanto di stile scandinavo, ebbene in Svezia hanno già compreso da anni l'importanza della preparazione di un immobile. Infatti, molti degli appartamenti svedesi che abbiamo pubblicato in questo blog, con le loro affascinanti atmosfere, le foto splendide e luminose, la loro attenzione ai dettagli, non hanno come fonte importanti riviste di interior design e arredamento. Quelle belle case non sono altro che case in vendita, pubblicate da agenzie immobiliari locali. La cosa ti sorprende, vero? Sono case preparate da bravi home stager o interior design e fotografate da fotografi professionisti.

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging

Ordine e Decluttering

Il disordine è il più sottovalutato di tutti i fattori che influenzano il prezzo di vendita, eppure è il più importante. La nostra mente ha bisogno di un ambiente ordinato, che trasmetta sicurezza. Il nostro subconscio elabora i ricordi legati a quegli oggetti o mobili presenti nella nostra casa e non è in grado di vederli più come “ingombranti”. Tuttavia l'acquirente non ha l'immaginazione sufficiente per vedere quello spazio organizzato e ripulito da tutti quelle cose che non gli appartengono. Vedrà solo un appartamento pieno zeppo di mobili ed oggetti e penserà che tutte le sue cose non potranno mai entrare lì dentro.

Quindi elimina non solo il disordine quotidiano, ma anche i mobili superflui, dimezza libri e soprammobili, in modo che la casa sembri più ampia e ordinata. “L’organizzazione inizia dall’eliminazione” dice Marie Kondo.

Illuminazione

Non sempre è possibile mostrare la casa alla luce naturale diurna, per cui occorre migliorare ed eventualmente potenziare l'illuminazione artificiale. La sostituzione di lampadine e apparecchi illuminanti, infatti, porta un grande positivo cambiamento in tutti gli ambienti e questo è particolarmente vero per le case che non sono state costruite di recente. 
 

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging

Eliminare gli elementi troppo personali

In una casa arredata e vissuta, il concetto di “spersonalizzazione” è forse il più difficile da accettare. Sappiamo che hai fatto di tutto per rendere la casa proprio “tua”, ma ora che stai cercando di venderla, tieni presente che non tutti hanno gli stessi tuoi gusti. Lo scopo è che il potenziale acquirente sia in grado di immaginare la sua vita e quella della sua famiglia all'interno della casa, per cui non ci devono essere elementi che possano distrarre da questa visione. Togli le foto personali, i quadri e gli oggetti troppo caratterizzanti, i ricordi di viaggio e tutto ciò che non possa sembrare “neutro” ad un occhio esterno. La tua casa deve piacere al maggior numero di persone possibili, che al primo sguardo, deve già immaginarsi di vivere lì.

L'importanza delle emozioni

Siamo stati recentemente all' Home Philosophy Training Day, evento formativo promosso da Home Philosophy Academy che ha visto la partecipazione di ospiti provenienti dal mondo dell’home staging, del design e dell’industria, incentrato sul potere delle emozioni.
Pensaci bene, cerchiamo sempre di giustificare le nostre decisioni in maniera razionale e logica, tuttavia, quasi sempre compiamo scelte anche importanti in maniera istintiva. Nella stragrande maggioranza dei casi le decisioni sono influenzate da fattori emotivi, anche a livello inconscio. Diversi studi dimostrano come le scelte di acquisto siano dettate maggiormente dalle emozioni, seppur non in maniera consapevole.

Nel campo immobiliare attuale qui in Italia, non viene quasi mai preso in esame questo aspetto. Fotografie o planimetrie di case, come quelle che vediamo costantemente sui volantini pubblicitari, non emozionano affatto.

Come dicevamo all'inizio, bisogna operare affinché i potenziali acquirenti siano in grado di immaginarsi facilmente di vivere bene a casa tua, devono emozionarsi fin dal primo sguardo.

Le persone iniziano a giudicare la tua casa nel momento in cui la vedono e come interior designer possiamo assicurarti che preferiscono case ben mantenute, arredate, pulite e ordinate. Pulizia, ordine e spersonalizzazione, tre cose semplici, tecniche di provata efficacia, ma che non vengono mai messe in pratica nel mercato immobiliare dei privati.

Nessun potenziale acquirente si può “innamorare” di una casa con pareti rovinate, con stanze piene zeppe di scatoloni o mobili esteticamente poco piacevoli. Non si possono nemmeno emozionare di fronte a foto di scarsa qualità (magari scattate con un cellulare e di sera) o di una casa completamente vuota. Se la casa non ha i principali arredi, è priva di riferimenti: l'acquirente, se non è un architetto o un professionista dell'interior design, non ha l'immaginazione necessaria per comprendere se in quella stanza riuscirà a mettere il proprio letto o la propria libreria. E’ qui che entra meglio in gioco l’allestimento.

Devi mettere da parte le tue preferenze personali e fidarti di un professionista che sa cosa fare per presentare al meglio la proprietà da mettere in vendita. I colori neutri, l'illuminazione, i piccoli dettagli, la fotografia di qualità e la riorganizzazione degli arredi sono solo alcuni degli espedienti facilmente attuabili per rendere la tua casa più attraente ed invitante per i futuri acquirenti.


[tutte le foto sono di Tommaso Sturari]


Anna e Marco CASE E INTERNI

Ti potrebbero anche interessare:

0 commenti